Accoltella il compagno nel letto di casa al termine di una lite

rinciari3 settembre – Militari della Compagnia di Villa San Giovanni nella notte hanno tratto in arresto Rinciari Adriana cl. 1968 originaria di Messina con l’accusa di tentato omicidio ai danni del proprio compagno convivente di 54 anni. I fatti risalgono alla scorsa notte e si sono verificati all’interno dell’abitazione dove i due vivevano a Scilla. Intorno all’1.30 è giunta una chiamata di soccorso presso la postazione del 118 di Reggio Calabria che riferiva dell’aggressione patita da un uomo all’interno di un’abitazione del centro della cittadina della costa viola. Il ferito prontamente soccorso è stato trasportato all’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria dove, dopo le prime cure, è stato ricoverato in prognosi riservata a seguito delle ferite riportate. Immediatamente sono stati attivati i Carabinieri ed ècoltello giunto sul posto personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Villa San Giovanni e della Stazione di Scilla che hanno avviato le indagini. Secondo la ricostruzione dei fatti, l’aggressione è avvenuta in camera da letto a seguito di un litigio tra i due conviventi, la donna ha inflitto due coltellate in parti vitali. Nel corso della perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto e sequestrato il coltello utilizzato dall’aggressore con evidenti tracce di sangue sulla lama; si tratta di un coltello da cucina di circa 20 centimetri di lama. L’attività investigativa, coordinata dal Dott. Rosario Ferracane della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, ha consentito subito di raccogliere inconfutabili elementi di reità nei confronti della convivente che al momento dell’aggressione era in casa. Al termine delle formalità di rito l’arrestata è stata associata presso la casa circondariale di Reggio Calabria a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Share