• Home »
  • Cronaca »
  • Arrestati Otto imprenditori lombardi legati a famiglie calabresi per traffico illecito di rifiuti

Arrestati Otto imprenditori lombardi legati a famiglie calabresi per traffico illecito di rifiuti

LE INDAGINI, coordinate dal sostituto procuratore distrettuale anti-mafia, Alessandra Dolci, avrebbero”dimostrato la contiguità tra l’imprenditoria locale e appartenenti a famiglie calabresi legate alla ‘ndrangheta”, si legge in una nota diffusa dai carabinieri. In particolare, gli imprenditori lombardi, tutti operanti nel settore del ‘movimento terra’ e aggiudicatari di diversi appalti in cantieri di Milano e dell’hinterland, utilizzavano il sistema del ‘giro bolla’ per smaltire illecitamente tonnellate di rifiuti in due cave situate in provincia di Lodi e di Novara.

“Nel corso dell’operazione si sta procedendo al sequestro di due aziende di trasporto – si precisa -, due impianti di trattamento rifiuti e di 30 automezzi utilizzati per il trasporto delle terre inquinate”. Maggiori dettagli in una conferenza stampa alle 12 (sala stampa del comando provinciale carabinieri di Milano, in via della Moscova 19). (Agi)

Share