Reggio, un arresto per rapina furto e associazione a delinquere

Continua senza sosta il controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Compagnia di Reggio Calabria, diretta interinalmente dal Tenente BUI Alessandro.

I militari della Stazione CC di Catona, unitamente a personale dello Squadrone Carabinieri Cacciatori di Calabria e della Compagnia d’Intervento Operativo del neo-istituito 14°Battaglione “Calabria”, hanno tratto in arresto AMATO Romano, 47enne con numerosi precedenti per furto, rapina e associazione a delinquere.

Lo stesso già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., dal decorso mese di marzo aveva fatto perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile. 

Il predetto AMATO è stato rintracciato a seguito di un appostamento durato svariate ore. Appena localizzato i militari hanno effettuato l’irruzione traendolo in arresto e contestualmente veniva sottoposta a perquisizione anche l’abitazione dove lo stesso si trovava.  

L’arresto odierno, è stato effettuato in esecuzione di due distinti provvedimenti:-

  1. revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo”, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’Appello di Reggio Calabria – Ufficio Esecuzioni Penali, con il quale venia determinata la carcerazione del condannato per anni 2, mesi 1 e gg. 17 e multa Euro 120,00;
  1. Provvedimento emesso dalla Corte D’Appello di Reggio Calabria – Seconda Sezione penale, col quale sostituiva la misura dell’obbligo di presentazione alla P.G. con quella della custodia cautelare in carcere.

 

L’AMATO, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Arghillà dove dovrà scontare una pena di oltre due anni

 

Share