Sequestrato il depuratore di Concessa

I rispettivi responsabili di settore dei Comuni serviti dall’impianto (Reggio Calabria, Campo Calabro, Scilla,Fiumara, San Roberto e Laganadi) sono stati interessati per l’urgente messa in funzione ed il ripristino delle anomalie riscontrate in sede di accertamento, nonché per l’adozione dei provvedimenti in materia igienico sanitaria e di tutela della balneazione per lo scarico diretto di liquami nel corso d’acqua e poi a mare. La competente Procura è stata informata per le violazioni in materia ambientale rilevate. I controlli proseguiranno nel corso della stagione estiva unitamente all’Arpacal nell’ambito della “task force” impegnata nella tutela dei bagnanti e dell’intero ambiente marino-costiero.

Share