Truffa all’Inps: sequestrati beni a Locri

FINANZA322 novembre – La Guardia di Finanza di Locri ha denunciato i fratelli D.C. e D.B.,entrambi nati a Siderno (RC) ma residenti a Toronto (Canada) dal 2001, per il reato di truffa ai danni del sistema nazionale di previdenza sociale. L’attività info-investigativa espletata ha consentito di accertare che i due denunciati non rispettavano tutti i requisiti previsti dall’art. 3, comma 6 della Legge nr. 335/95 per la corresponsione dell’ “assegno sociale”, ossia di una prestazione di carattere assistenziale erogata dall’INPS ai cittadini residenti in Italia che abbiano compiuto 65 anni e abbiano condizioni reddituali ben specifiche. In particolare, essendo entrambi i fratelli D. residenti all’estero, non avrebbero dovuto riscuotere i complessivi 72.000 euro corrisposti dall’Ente pubblico indotto in inganno. In accoglimento della richiesta di sequestro preventivo per equivalente avanzata dal Sostituto Procuratore titolare delle indagini, Dott. Francesco Cirillo, il Gip del Tribunale di Locri, Dott. Davide Lauro, ha emesso apposito decreto in esecuzione del quale i militari hanno sottoposto a sequestro circa 48.000 euro ed un fabbricato di 192 mq.

Share