Locri, alla Corte del Palazzo della città lo spettacolo Napule è… n’ata storia

Un affascinante appuntamento che valorizza la cultura napoletana si terrà alla Corte del Palazzo della città di Locri domenica 19 agosto alle 21.30, lo spettacolo Napule è… n’ata storia, che rientra nella rassegna estiva della XXVIII Stagione Teatrale della Locride 2018 – 2019 del Centro Teatrale Meridionale per la Direzione artistica di Domenico Pantano.

Napule è… n’ata storia vede la protagonista Mariangela D’Abbraccio proporre un intreccio drammaturgico tra musica, prosa, canzoni e poesia, con importanti omaggi a Eduardo de Filippo e Pino Daniele, uno spettacolo che fa “sognare”, portando in scena un dialogo immaginario e onirico tra i grandi del ‘900 che hanno saputo onorare Napoli per la sua indiscussa fonte di ispirazione in tutte le forme artistiche.

Napoli è al centro di un dialogo trionfante, denso di significati, di luce, di ombre e di contraddizioni, contributi video e immagini sulla poetica e la cultura di questa grande città, fanno nascere sulla scena nuovi modi di sentire, nuove libertà di espressione e di creatività. Un evento di grande spessore culturale con la nota attrice e cantante Mariangela D’Abbraccio accompagnata sul palco dalla musica in scena Gianluca Casadei (fisarmonica e tastiere), in uno spettacolo travolgente in cui non mancano emozioni e coinvolgimenti del pubblico.

Consuelo Barilari, direttrice artistica della Compagnia Schegge di Mediterraneo, è l’ideatrice e regista dello spettacolo Napule è… n’ata storia. L’intuizione di Consuelo Barilari è la capacità di vedere uniti in un collage scenico il teatro di Eduardo De Filippo e la musica di Pino Daniele attraverso la voce e il corpo di una tra le più grandi artiste della scena italiana: Mariangela D’Abbraccio, con cui è nata una proficua collaborazione dal 2009.

L’importate rassegna estiva della Stagione teatrale della Locride si concluderà con “Antigone”, produzione del Centro Teatrale Meridionale, martedì 28 Agosto, al suggestivo Tempio Marasà di Locri.

Gioiosa Ionica, 17 agosto 2018

Ufficio stampa
Centro Teatrale Meridionale