Regione Calabria, la miopia del PD

Ieri per la seconda volta, in Consiglio Regionale, non è stata approvata la Legge sul Golf per mancanza del numero legale a causa dell’assenza di alcuni Consiglieri del PD che, come al solito, mancano di visione e non operano per il bene dei nostri territori.

Per dovere di cronaca è giusto spiegare ai cittadini di cosa stiamo parlando:

La Ryder Cup è non solo la più importante manifestazione internazionale di golf ma la quarta in termini di business complessivo dietro solo a Olimpiadi, Mondiali di calcio e alla finalissima del football americano, il Superbowl.

Si gioca ogni due anni alternativamente in una città europea o americana.

Svolgendosi nel 2022 in Italia si è stimato che gli impatti diretti ed indiretti derivanti dall’organizzazione della Ryder Cup e degli eventi connessi fino al 2027, ammontano complessivamente a circa 488 milioni di euro, 210 dai soli impatti indiretti, di cui circa 126 milioni derivanti dall’incremento della domanda interna e circa 83,9 per l’incremento del gettito fiscale e un incremento dell’occupazione di 4.850 unità.

Interessante è soprattutto l’analisi legata all’aumento dei flussi turistici: secondo studi di settore, a livello mondiale sono stati 40 i miliardi di dollari spesi nel 2015 per viaggi di golf ripartiti in queste differenti voci di spesa: il 30% per l’alloggio, il 10% per il volo, il 25% per cibo e bevande, il 10% per gli spostamenti interni, il 5% per i divertimenti, il 5% per shopping e regali ed appunto il 15% per i green fee golfistici e per il noleggio dei golf carts.

Il golf è infatti, e pochi lo sanno, lo sport più giocato al mondo, con 65 milioni di praticanti ufficiali (7,4 milioni in Europa). Indubbio ipotizzare un avanzamento importante nel gradimento dell’altrettanto finora poco conosciuta offerta di campi italiana. Con l’organizzazione della Ryder Cup del 2022, l’Italia manda così un segnale forte, soprattutto ai mercati asiatici ed americani.

 In media un golfista in vacanza gioca una volta ogni due giorni gli attuali giri di golf effettuati dai giocatori stranieri in Italia generano già circa 1,1 milioni di pernottamenti o presenze nelle strutture alberghiere ed extra alberghiere italiane pari ad entrate per circa 55 milioni di euro all’anno (con un costo medio di circa 50 euro a persona a notte).

Il dato ancora più interessante è che i 550.000 giri di golf “stranieri” in Italia contribuiscono attualmente a generare un indotto per il territorio di più di 165 milioni di euro annui.

Infine ci sono le spese di un golfista in un viaggio di golf, che vanno a beneficio del campo da golf soltanto nella misura del 15% mentre il 75% delle restanti spese contribuiscono ad arricchire considerevolmente l’economia locale tra alloggio, trasporti interni, rental car, shopping, bar, ristoranti. Tutto questo considerando che il costo medio giornaliero di un viaggio di golf è di 110 euro se il viaggio è fatto in patria, di 170 euro se si tratta di un viaggio di golf a corto raggio e di 230 euro per i viaggi a lungo raggio.

In generale il costo medio di una vacanza di golf è stato nel 2015 di 1.200 euro, tre volte superiore al costo medio di una vacanza standard. La spesa pro capite generata dai turisti di golf è infatti 3 volte superiore a quella degli altri turisti. Ed insieme ai golfisti viaggiano gli accompagnatori non giocatori che spendono la loro vacanza “consumando” le attrattive ambientali – culturali – gastronomiche che si trovano nell’area del polo golfistico. Il cliente golfista è, infatti, decisamente un turista molto ambito, ha tempo libero, alti livello di reddito, è un buon consumatore e preferisce periodi fuori stagione avendo la possibilità di scegliere i propri periodi di vacanza.

In tal senso l’On.Greco è stato primo firmatario (insieme a tutto il Gruppo della Lista Oliverio Presidente) di una proposta di legge mirata alla costruzione di 5 campi da golf, con annesse strutture alberghiere, da inserire nella Ryder Cup 2022.

Spiegato tutto ciò il mio dubbio nasce spontaneo; è l’On. Greco, insieme agli altri componenti del gruppo della Lista O.P., a vedere avanti, individuando prospettive di sviluppo concrete per la nostra Regione o è il Partito Democratico che gode nel vedere la nostra comunità arrancare giorno per giorno?

Mah!!

Lo vedremo nei tempi a seguire.

Antonio Romano

(Comm. Prov. IdM RC)

 

Share