Rosarno Il Liceo R. Piria in rete con le Scuole Associate all’Unesco.

mariarosariarussoLunedì 21 Gennaio 2013  –  Il Progetto della rete internazionale delle scuole associate all’Unesco nasce a Parigi nel 1953 con  lo scopo di rafforzare l’impegno delle nuove generazioni nella promozione della comprensione internazionale e della pace sulla base di progetti pilota preparati da una trentina di scuole appartenenti a quindici Paesi membri dell’UNESCO.  La principale finalità del Progetto, meglio conosciuto sotto le sigle ASP (Associated Schools Project), SEA (Système des Ecoles Associées) o PEA (Programa de Escuelas Asociadas), è quella di formare  le giovani generazioni sui valori unescani.  L’inserimento della scuola,dichiara il Dirigente Mariarosaria Russo, nella rete internazionale delle scuole associate all’UNESCO, offre diverse opportunità di scambi culturali e didattici, per quanto concerne in special modo l’educazione alla cittadinanza,  nel rispetto delle leggi costituzionali e a difesa del patrimonio materiale e immateriale e dello sviluppo sostenibile, in una ottica attenta alle tematiche unescane. In Italia, con l’autonomia delle scuole, la realizzazione dei progetti educativi, risponde ai bisogni formativi specifici del territorio e spesso, la prospettiva internazionale dei contenuti è richiesta anche dalla presenza di numerosi alunni stranieri presenti nelle nostre aule. In Italia, l’autonomia delle scuole e, soprattutto, l’autonomia professionale e scientifica  riconosciuta ai docenti, consiglia di non irrigidire le scelte progettuali, ma sviluppare un impianto metodologico-didattico, che sia  fruibile e offra agli alunni un continuo e costante ponte di collegamento tra quanto discusso in classe e quanto vissuto quotidianamente nella propria esperienza di vita.

Il progetto è finalizzato principalmente a:  Saper riconoscere i valori unescani che rendono possibile la convivenza umana e testimoniarli nei comportamenti familiari e sociali;  Saper esplorare le proprie multi appartenenze come studente,cittadino, abitante della propria regione, della propria nazione, dell’Europa e del mondo.  Saper identificare i diritti umani nella cultura, nella storia dell’umanità e negli ordinamenti giuridici nazionali e internazionali, cogliendo come nel tempo e nello spazio si sia evoluta la capacità di riconoscerli e tutelarli, nel rispetto della pace e nel dialogo fra diversi.  Saper difendere il patrimonio naturale materiale e immateriale dell’umanità di cui i nostri territori e le nostre tradizioni ne sono testimoni.  Saper gestire le risorse naturali e ambientali del nostro pianeta, nel rispetto degli equilibri dovuti per garantire  la continuità della vita e la qualità di essa per ogni specie.   Ecco di seguito le tematiche UNESCO  Il Ruolo delle Nazioni Unite nel mondo   Educazione allo sviluppo sostenibile   Pace e diritti umani   Educazione interculturale   Difesa del patrimonio materiale e immateriale.

 

Share