Cittanova 12 edizione Festa Nazionale dello Stocco

 

IL CONCERTO Anche perché, sul palco allestito in piazza, quest’anno si esibirà un altro grande artista di fama nazionale. Si tratta di Michele Salvemini, in arte Caparezza, cantante rap tra i più conosciuti e apprezzati in Italia, che ha già inciso cinque album. Tra gli ultimi importanti appuntamenti a cui ha partecipato, Caparezza, che riscuote successo soprattutto tra i giovani, è stato protagonista del tradizionale concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma, dove ha incantato un pubblico di oltre 500mila persone. È l’ennesima “chicca” della Festa nazionale dello Stocco, che già in passato ha visto esibirsi autentici “mostri sacri” della storia della musica italiana, dai Pooh ad Antonello Venditti, da Gigi D’Alessio a Raf, fino a Tiziano Ferro.

IL GEMELLAGGIO Gastronomia e musica, dunque. È il binomio che ha decretato dal lontano 2000 il successo della Festa nazionale dello stocco, sancito innanzitutto dall’altissima partecipazione popolare. Gusto in tavola e divertimento in piazza, pietanze delicate e sound piacevole. La Festa, che gode del patrocinio della Provincia di Reggio Calabria e della Regione Calabria, è organizzata e pensata così da Stocco&Stocco e dalla Pro loco di Cittanova, quest’ultima presieduta da Pino Gentile. La prestigiosa azienda e l’associazione territoriale, quest’anno, hanno ritenuto di andare oltre il consueto programma dell’evento. Ci sarà infatti spazio per il gemellaggio con la comunità di Vaeroy. Si tratta di un’isola della Norvegia, situata nel cuore dell’Oceano Atlantico, la cui economia è in gran parte legata alla pesca e alla produzione dello stoccafisso. Alla sagra parteciperanno 40 abitanti di Vaeroy, che si esibiranno in coro nell’esecuzione di canzoni tipiche della loro terra. Sarà un’occasione per rendere ancora più interessante e carica di significato la Festa nazionale dello stocco, il cui valore va oltre la semplice realizzazione dell’evento del 12 agosto.

IL PERCHE’ DELL’EVENTO Il patron di Stocco&Stocco, che assieme alla Pro loco di Cittanova è tra i promotori di questa kermesse, tiene a sottolineare proprio gli aspetti socio-economici della Festa. «L’appuntamento che si rinnova il 12 agosto – spiega Francesco D’Agostino – vuol essere un’occasione per porre Cittanova al centro di un vasto territorio metropolitano, valorizzando una delle realtà che lo contraddistinguono maggiormente: la tradizione culinaria legata allo stoccafisso e al baccalà. Una lunga storia, che è innanzitutto legata alla presenza dello Zomaro, la cui sorgente ha caratteristiche organolettiche uniche; ma che è stata anche esaltata grazie all’attività di Stocco&Stocco. La nostra azienda, che è una risorsa economica e produttiva per l’intero territorio, è riuscita a portare all’attenzione di operatori italiani e stranieri l’intera comunità cittanovese. Ed è per me motivo d’orgoglio sapere che, anche per merito del lavoro che ogni giorno viene svolto da tutti i dipendenti di Stocco&Stocco, Cittanova e la Calabria si fanno conoscere e apprezzare». Per il presidente della Pro loco, Pino Gentile, «la Festa nazionale dello stocco è un momento importante perché consente di richiamare l’attenzione su un tessuto sociale vivo come quello della nostra città. Grazie a questo appuntamento, Cittanova si distingue nel panorama turistico calabrese per la capacità di proporre un evento di successo, una sagra diversa dalle altre, perché incentrata completamente sull’idea dell’eccellenza: la qualità del prodotto al centro dell’evento gastronomico e l’indiscutibile fama degli artisti che, anno dopo anno, rendono la nostra Festa un proscenio musicale di valore assoluto».

Share