• Home »
  • News »
  • Dopo l’incontro col Presidente Raffa ”Piana Ambiente” sospende lo sciopero

Dopo l’incontro col Presidente Raffa ”Piana Ambiente” sospende lo sciopero

Il Presidente Raffa, nell’incontro con i lavoratori è stato assistito dal capo di gabinetto, Prefetto Domenico Bagnato, e dal vicepresidente del Consiglio provinciale Giuseppe Saletta. Nel corso della riunione non  si è parlato solo della vertenza in atto, ma anche di prospettive future,  ipotizzando una nuova modalità di gestione dei rifiuti in tutto il territorio della provincia. Giuseppe Raffa ha già attivato le articolazioni burocratiche dell’Enrte di via Foti  per  trovare soluzioni adeguate che, nell’immediato,  riescano a soddisfare le richieste delle maestranze. Un  un nuovo incontro  è stato fissato per la giornata di lunedì. “Il dramma sociale – ha detto Raffa al termine dell’incontro – dei lavoratori di ‘Piana ambiente’ non poteva non essere preso in considerazione dall’Amministrazione provinciale che si trova a gestire le tante e complesse problematiche che caratterizzano il territorio: lo fa con la consapevolezza e  con l’orgoglio di rappresentare un ente intermedio, la Provincia,  tutt’altro che inutile. Abbiamo assunto l’iniziativa di convocare i lavoratori per dare loro la prospettiva immediata che, da qui alla fine di dicembre,  porterà al pagamento degli stipendi attraverso un’azione incisiva sui comuni che, in qualche modo, dovranno contribuire economicamente  versando la propria quota alla società ‘Piana ambiente S.p.A.’.  E’ nostra intenzione programmare un percorso di sviluppo coordinato, finalizzato al  varo un nuovo piano dell’organizzazione della raccolta dei rifiuti.  Per noi, questo, è un tema abbastanza sensibile non solo sotto il profilo ambientale, ma anche  per il rilancio dell’economia   e, soprattutto,  per dare risposte concrete  alle  maestranze che al 31 dicembre rischiano di perdere  il posto di lavoro. Per impedire  questa  sciagurata ipotesi c’è tutto il nostro impegno. Per la prossima settimana, infatti, abbiamo organizzato una serie di riunioni con i sindacati e i tecnici del settore ambiente dell’ente che presiedo. Siamo convinti che la sinergia in atto con le Organizzazioni dei lavoratori, molto sensibili sull’argomento, riesca  a trovare idonee risposte sia  alle  sacrosante aspettative delle maestranze di ‘Piana ambiente’,  sia per   agevolare il varo  di un progetto  complessivo di raccolta dei rifiuti che interessi  tutto il reggino”.

Share