• Home »
  • News »
  • Gioia Tauro. Siglato atto aggiuntivo Accordo di Programma per il porto.

Gioia Tauro. Siglato atto aggiuntivo Accordo di Programma per il porto.

STASI19 settembre – Nota dell’ufficio stampa della Giunta Regionale – La vicepresidente Antonella Stasi, in rappresentanza della Regione, ha firmato a Roma al Ministero dello Sviluppo Economico, l’atto aggiuntivo all’Accordo di Programma del 29 luglio 1994 per il Porto di Gioia Tauro, tra il Ministero dello Sviluppo Economico (gia’ del Bilancio e della Programmazione Economica), il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (gia’ Ministero dei Trasporti e della Navigazione), Regione Calabria e Contship Italia S.p.A in nome e per conto e nell’interesse della Medcenter Container Terminal S.p.A. Si tratta di un accordo di programma per la completa realizzazione delle opere e degli investimenti necessari per le attivita’ di transhipment dell’area portuale di Gioia Tauro. Nell’atto sottoscritto si e’ approvato l’utilizzo delle somme residue per l’acquisto di un locomotore ferroviario da 1000 cv, la realizzazione di una piattaforma aerea installata su apposito telaio da 72 metri di altezza e la realizzazione degli alloggi per la Capitaneria di Porto, per un importo complessivo di circa 5,8 milioni di euro. Entro la fine del 2015 la Regione si impegna a realizzare le opere, avvalendosi dell’Autorita’ Portuale di Gioia Tauro come soggetto attuatore degli interventi. ”Siamo particolarmente soddisfatti per la firma di oggi – ha dichiarato la Vicepresidente della Regione Antonella Stasi – che testimonia ancora una volta l’impegno concreto del Presidente Scopelliti e dell’intero governo regionale nei confronti di Gioia Tauro. E’ un altro piccolo tassello di un grande mosaico che ci vede impegnati in un lavoro continuo e costante che da due anni stiamo portando avanti. L’atto aggiuntivo dell’Accordo di Programma, incide sensibilmente nel settore del transhipment, offrendo quelle risposte utili affinche’ aumenti ulteriormente la qualita’ delle prestazioni lavorative all’interno del Porto”.

Share