Impianti sportivi in Calabria: uniti per crescere

Dopo l’introduzione, curata dal coordinatore tecnico-scientifico della SdS, Mimmo Albino, è stato il responsabile regionale della Commissione degli impianti sportivi del Coni Calabria, Marcello Cammera ad avviare i lavori sul tema in questione. Gli avvocati dello Studio Martinelli-Rogolino, Carmen Musuraca e Ernesto Russo, quest’ultimo docente della Scuola nazionale dello Sport e presidente del Centro Studi Fiscali e Diritto dello Sport di Bologna, nelle loro relazioni, hanno affrontato tematiche relative alle procedure pubbliche di affidamento e gestione degli impianti sportivi alla luce della disciplina nazionale ed anche di quella regionale in materia.

Il presidente del Coni Calabria, Mimmo Praticò, nel suo intervento, ha ringraziato le autorità presenti ed in particolare il sindaco Gianni Speranza e l’assessore Rosario Piccioni, per la disponibilità logistica ed organizzativa offerta. Un ringraziamento speciale, Praticò, lo ha riservato al presidente Francesco Talarico ed all’assessore Antonio Caridi, sempre sensibili ai temi sportivi della nostra regione. “Il Coni Calabria – ha dichiarato Mimmo Praticò – è fiero di poter offrire al territorio un seminario di tale livello, che consente di dare un contributo concreto in tema di impiantistica sportiva”. “Negli ultimi 12 anni – ha continuato il presidente – coinvolgendo gli Enti locali della regione, abbiamo lavorato duramente e contribuito in maniera determinante al concepimento di un documento normativo che è servito dal punto di partenza per la realizzazione della Legge regionale dello sport in Calabria, che ha visto la luce nel 2010. Gli impianti sportivi esistenti, purtroppo, non soddisfano le richieste del territorio e non sono gestiti in maniera ottimale con il rischio di arrivare ad uno stato di usura tale che li rende inutilizzabili, gravando, quindi, a causa degli interventi di ristrutturazione continui, sulle casse pubbliche”. “Ritengo indispensabile – afferma Praticò – che queste strutture vengano affidate a soggetti qualificati (es. Federazioni, Enti di promozione, società sportive, anche in gruppo e polisportive) garantendo così nuove figure professionali e maggiori sbocchi occupazionali, soprattutto, per i giovani”. “Attraverso questo seminario – ha continuato il presidente del Coni Calabria – contiamo di fornire un supporto adeguato per risolvere le criticità delle strutture, offrendo le competenze necessarie per migliorare il servizio sportivo sul territorio”. “L’intento del Coni – ha concluso Mimmo Praticò – che auspichiamo venga colto ed apprezzato da tutti, è quello di stimolare un leale confronto tra i rappresentanti delle organizzazioni sportive ed i funzionari e dirigenti degli Enti locali anche al fine di offrire al legislatore regionale utili elementi che consentano alla Calabria di dotarsi al più presto di strumenti legislativi idonei allo sviluppo dell’impiantistica sportiva nella nostra regione”.

Il presidente del Consiglio Regionale Francesco Talarico, si è complimentato con il Coni Calabria, e in particolare con il suo presidente, per l’encomiabile e impeccabile lavoro che svolge costantemente sul territorio al servizio dello sport. “Partecipo con grande entusiasmo – ha detto Talarico – a quest’iniziativa, convinto che sia un’ulteriore dimostrazione di come è possibile attivare un movimento e stimolarlo verso interessi che possano migliorare la qualità della vita dei cittadini calabresi e rendere il servizio sportivo più proficuo”. “Quando si parla di impianti sportivi – prosegue Talarico – non si può non parlare della loro gestione, che riveste un’importanza cruciale per abbattere i costi che attualmente le pubbliche amministrazioni non sono in grado di sostenere. In quest’ottica, sarà fondamentale il ruolo dell’Osservatorio sull’impiantistica sportiva, previsto dalla Legge regionale, necessario per realizzare una mappatura di tutte le strutture esistenti nella nostra regione, in modo da avere un quadro generale della situazione e intervenire laddove occorre farlo”. Ed inoltre ha rilevato – lo stesso presidente del Consiglio Regionale – l’esigenza di poter individuare, nella predisposizione del bilancio Regionale, le risorse necessarie al finanziamento della Legge Regionale sullo Sport. L’assessore Caridi dal canto suo, portando il saluto del governatore Giuseppe Scopelliti, ha voluto sottolineare come iniziative di tal genere non fanno altro che stimolare le autorità regionali ad essere più sensibili alle problematiche relative all’impiantistica sportiva dell’intera regione.

“Il Comune di Lamezia Terme – ha affermato il sindaco Gianni Speranza – sempre sensibile alle tematiche sportive, è orgoglioso di ospitare nella sua sede un evento di tale portata che, inevitabilmente, contribuirà a migliorare il servizio sportivo in tutta la Calabria”. “Ritengo fondamentale – ha concluso Gianni Speranza – rafforzare i rapporti di collaborazione tra Comuni, Regione e Coni, al fine di poter lavorare in sinergia e con il giusto criterio per raggiungere obiettivi concreti”.

Comitato Regionale Coni Calabria

Share