• Home »
  • News »
  • Insegnante calabrese stroncata da un ictus a Firenze Teresa Longo dona i suoi organi Commozione a Molochio e fra il popolo del Web

Insegnante calabrese stroncata da un ictus a Firenze Teresa Longo dona i suoi organi Commozione a Molochio e fra il popolo del Web

Domenica 13 Gennaio 2013 09:50  – Ha suscitato  un momento di fortissima commozione e di partecipato cordoglio, la notizia della repentina scomparsa di Teresa Longo, una  insegnante di  Molochio di  54 anni  da anni residente  in Toscana  ma assai conosciuta e stimata in Calabria , terra  che ha continuato ad amare nonostante le distanze che la separavano e con la quale grazie anche ai social networks oggi maggiormente diffusi manteneva un costante contatto .  Nel volgere di poche ore Teresa Longo, da uno stato di assoluto benessere fisico  è stata strappata alla vita da una imponente emorragia cerebrale. Tempestivamente soccorsa dal marito, Domenico Zito, anch’egli calabrese di Cittanova e trasportata in urgenza massima al policlinico di Careggi, i medici  hanno immediatamente compreso la delicatezza di un quadro clinico che non consentiva  alcun tipo di intervento chirurgico attesa l’imponenza del versamento emorragico. Seguivano ore di preghiera e di attesa,  che  purtroppo evolvevano in una diagnosi di  morte cerebrale. A questo punto   in esecuzione di una  volontà che Teresa Longo aveva sempre fortemente espresso  venivano  espiantati i suoi organi. Gesto estremo di sensibilità  e di generosità – questo –  che va oltre la vita Teresa Longo  aveva voluto disporre per far si che – altri – possano grazie ai suoi organi  continuare a vivere o ad avere condizioni migliori di vita. Una vicenda, questa di Teresa Longo, che deve far riflettere molto sulla finitezza della vita  e sul valore  che ogni uomo deve dare alla difesa della vita. Per la sua generosità , la solarità e la dolcezza del suo  modo di essere e di rapportarsi  con l’esterno  unite alla ferrea volontà di far si che altri grazie alla sua morte continuassero a vivere, l’esempio di Teresa Longo è una pagina di vita da ricordare per quanto ha sempre  saputo donare. Fino alla fine. Attestazioni di cordoglio e di vicinanza in queste ore pervengono da tutta Italia alla famiglia  – sia a Greve in Chianti dove risiedeva-  che a Molochio dove ancor oggi vive la madre, Maria Assunta Alessio, anch’essa, fu per più generazioni   insegnante ed educatrice.

Share