LA REGIONE CALABRIA SOSTIENE LA “VARIA” DI PALMI

“Nei giorni scorsi – ha aggiunto l’Assessore Caligiuri – nella mia veste di Coordinatore della Commissione Cultura della Conferenza delle Regioni ho avuto modo di incontrare il Presidente della Commissione Nazionale dell’UNESCO Giovanni Puglisi con il quale ci siamo confrontati sulla possibilità di ottenere il riconoscimento entro il 2014 della Rete delle macchine a spalla, e cioè delle manifestazioni religiose della “Varia” di Palmi, dei “Gigli” di Nola, dei “Candelieri” di Sassari e della “Macchina di Santa Rosa” di Viterbo. Sarebbe il primo riconoscimento UNESCO per la Calabria”. Caligiuri ha poi ricordato l’organizzazione a Palmi nel novembre del 2012 delle iniziative sulla “Settimana Unesco per l’educazione allo sviluppo sostenibile”, all’interno delle quali si e’ svolto il convegno “I siti Unesco e la Calabria”, dove si e’ fatto il punto con tutti gli interessati sulle diverse proposte presenti nella regione. Caligiuri ha poi ripercorso il “Salone del Libro di Torino” del maggio 2013 dove la manifestazione della “Varia” e’ stata messa in mostra e valorizzata in un contesto di grande prestigio con due differenti iniziative: una a cura della Rete delle macchine a spalla e l’altra da parte degli “Amici della Casa della Cultura Leonida Repaci”. Inoltre, nel mese di giugno gli studenti egiziani, che frequentano l’Istituto Agrario di Palmi, nell’ambito del progetto della Regione Calabria “Pitagora Mundus” sono diventati soci onorari dell’associazione “‘Mbuttaturi della Varia”. Infine, l’Assessore ha anche ricordato il finanziamento, nell’ambito degli eventi storicizzati, di 100 mila euro all’anno per due anni per complessivi 200 mila euro in modo da sostenere e consentire la realizzazione della “Varia” di Palmi e la sua valorizzazione internazionale. A queste risorse, si aggiungono anche 16 mila euro di finanziamento dell’Assessorato Regionale al Turismo per la diffusione televisiva anche satellitare della manifestazione, in modo da consentirne a fruizione in diretta in tutto il mondo.

Share