Palmi. Atto intimidatorio contro UIL-FPL


Un “segnale” rivolto non a tutte le oo.ss, infatti, il vile atto è reso ancor più esplicito ed emblematico, dalla metodica adottata dagli ignoti, volta a non lasciare dubbi sull’esclusiva individuazione e distruzione dello spazio UIL adibito a comunicazione sindacale.
Pur non volendo enfatizzare quanto su espresso, si commetterebbe un errore marchiano nel sottovalutare la tracotanza di chi ha voluto pubblicamente colpire il sindacato e quello che rappresenta direttamente sul luogo di lavoro.
La scrivente Segreteria, pertanto, non intende commettere tale errore, affermando che qualunque azione tesa ad intimidire il gruppo dirigente UIL non sortirà l’effetto di farla deflettere dai propri compiti di difesa di chi seriamente crede nel lavoro.
Questo sindacato continuerà con maggiore lena a lottare per una sanità diversa e capace di dare risposte di qualità ai cittadini, prendendo le distanze e condannando comportamenti di lassismo posti in essere anche da dipendenti che non intendono attenersi ai propri doveri.
Un sindacato, quindi, che continuerà a battersi per i diritti dei dipendenti ma anche e soprattutto per il rispetto dei doveri all’interno dei posti di  lavoro.
Tutta la UIL è vicina alla segreteria aziendale del comprensorio di Palmi,  comunicando erga omnes che continuerà il processo di crescita e potenziamento  di questa Sigla sindacale in tutta l’Azienda Sanitaria Provinciale Territoriale.

Share