• Home »
  • News »
  • Porto Gioia Tauro gemellaggio con Shangai Favorira’ scambi commercianti tra Asia – Usa e Mediterraneo

Porto Gioia Tauro gemellaggio con Shangai Favorira’ scambi commercianti tra Asia – Usa e Mediterraneo


Visto lo storico momento, a sottolinearne l’importanza strategica, all’incontro istituzionale ha preso, altresi’, parte il Console Generale dell’Italia a Shanghai, Vincenzo De Luca. Nel corso della cerimonia il segretario generale, Salvatore Silvestri, ha illustrato le peculiarita’ del porto di Gioia Tauro. Si e’, quindi, soffermato sulla programmazione infrastrutturale di sviluppo che l’Autorita’ Portuale ha messo in campo a sostegno dell’ulteriore crescita dello scalo. Nello specifico il segretario generale Silvestri ha illustrato il progetto del gateway ferroviario inserito, tra quelli di particolare rilevanza strategica, nell’Accordo di Programma Quadro, sottoscritto dalla Regione Calabria, dall’Autorita’ portuale e da Rfi. Silvestri ha, inoltre, parlato di un importante progetto, in via di redazione, di una Piattaforma integrata multimediale.
”Sara’ un innovativo sistema di comunicazione – ha spiegato – messo a disposizione degli enti pubblici, degli operatori portuali e degli utenti del porto”. Al fine di stimolare la fattibilita’ degli investimenti su Gioia Tauro, Silvestri ha anche anticipato ai presenti il progetto della Regione Calabria riguardante la trasformazione della Zona Franca Doganale in una vera e propria Zona Economica Speciale dove si potra’ beneficiare di importanti agevolazioni fiscali. L’attuale dimensione della Zona Franca e’ di 80 ettari e verra’ estesa fino ad arrivare a 700 ettari. Sulla stessa lunghezza d’onda e’ intervenuto Domenico Bagala’, amministratore delegato della Mct, secondo il quale ”l’analisi dei punti di forza del primo porto del mondo (32 milioni teus 2012) integrato con una delle zone economiche speciali piu’ importanti del pianeta (Waigaoqiao 10 kmq , 250000 occupati, piu’ di duemila aziende insediate dall’anno di apertura che curiosamente coincide con quello di inizio attivita’ di Gioia 1995) conferma la fondamentale importanza che riveste la disponibilita’ di una zona economica speciale alle spalle del porto per lo sviluppo del territorio in termini di progresso ed occupazione. L’ ottenimento dello status di zona economica speciale non e’ piu’ procrastinabile e rappresenta l’unica via, insieme alla promozione del traffico su ferro, per lo sviluppo dell’area retroportuale di Gioia Tauro che e’ l’hub naturale per il centro sud del paese e che e’ utile ricordare conta tanti abitanti quanto l’Australia”. Alla cerimonia ha preso parte, altresi’, Mu Lan, chief representative dell’Autorita’ portuale di New York a Shanghai, che ha manifestato la sua piena approvazione all’accordo. Grazie, quindi, alle due intese, una sottoscritta a New York e l’altra ora a Shanghai, i tre enti avvieranno una vasta campagna promozionale al fine di incentivare la rotta Suez come alternativa a quella Transpacifica.
Il prossimo giugno, quindi, giungeranno a Gioia Tauro il presidente dell’Autorita’ portuale di Shanghai e quello di New York per fare visita all’Autorita’ portuale di Gioia Tauro dove saranno accolti dal presidente Giovanni Grimaldi.

Share