Rosarno, le bugie hanno le gambe corte

Come spesso gli capita mente sapendo di mentire. Al Sindaco, al quale nella sua ricostruzione dell’attività dell’opposizione in seno ai Consigli Comunali, sono sfuggiti alcuni particolari, seppure in maniera veloce, vorremmo suggerire anche per il prossimo futuro che esprimere un dissenso, una opinione diversa e finanche un diniego è consentito in ogni paese democratico e non si configura di certo il reato di lesa maestà.

Come dimostrano i verbali dei Consigli Comunali la minoranza ha sempre svolto il proprio ruolo in modo responsabile e costruttivo intervenendo e dire la sua in tutte le problematiche della città che a tutt’oggi, purtroppo risultano irrisolti. D’altro canto, nessun Consiglio Comunale ha riguardato problemi specifici e rilevanti, ma soltanto adempimenti tecnici e quelli richiesti espressamente dalla minoranza (agricoltura-lavoratori Porto ecc.) non sono stati finora fissati dall’amministrazione con violazione anche della normativa vigente.

Di questo e della presenza della minoranza attiva il Sindaco Idà se ne deve fare una ragione. Continueremo a fare opposizione denunciando alla cittadinanza l’incapacità personale dello stesso di affrontare e soprattutto di risolvere gli annosi problemi che assillano l’intera cittadinanza.

Non ha fatto altro che arrogarsi meriti che non sono suoi e non perde occasione di enfatizzare cose che non fa, o quando li fa sbaglia, per poi fare marcia indietro o ritrattare, attaccando la minoranza che fa il suo dovere nel segnalare l’inerzia del suo operato.

Sappiamo tutti che le bugie hanno le gambe corte e quanto più ingrossano più diventa difficilissimo  gestirle, ecco perché al bugiardo conviene avere memoria lunga.

Comunque, le menzogne non attecchiscono più. La cittadinanza oramai ha preso atto delle fantasticherie e delle bugie quotidianamente inventate dal primo cittadino.

La risposta alle questioni da noi sollevate non convince proprio più nessuno.

Noi siamo pronti, e né oggi e né mai ci sottrarremmo al confronto, anzi come già richiesto, fin dall’avvio della legislatura, sollecitiamo ancora una volta la necessità che i Consigli Comunali siano ripresi in diretta streaming/riprese televisive. La relativa richiesta avanzata non ha ricevuto alcuna risposta pur essendo espressamente prevista.

Abbiamo certezza dell’effetto boomerang che provocheranno le sue parole all’interno dei prossimi Consigli Comunali, anche perché noi non siamo arrivati sugli scranni mano per mano con la mamma, ne tanto meno abbiamo padrini politici che ci guidano!! La  smetta, quindi, fin da subito, di fare show e di esternare sciocchezze stratosferiche come la lettera aperta ai cittadini sulla problematica rifiuti,  la gestione dell’ex cinema Argo e tanto altro.

Ognuno di noi con le azioni quotidiane, con il proprio comportamento e con la propria concreta esistenza lascia un segno indelebile scrivendo la nostra storia. Ma per fare questo occorre ed è indispensabile imparare a conoscere se stessi, imparare a rispettare e ad ascoltare, per poter poi permettersi di dare un giudizio sugli altri.

Il tempo come sempre sarà galantuomo, le bugie saranno disvelate e i fatti appariranno chiari.

Il nostro gruppo, insieme a tanti cittadini che ci affiancano, continuerà dai banchi dell’opposizione, a lavorare come sempre ha fatto con il massimo impegno per i Rosarnesi e per il nostro territorio, che meritano una sorte migliore. Non saremo mai complici di tale fallimentare politica. Con queste convinzioni andiamo avanti a svolgere il nostro ruolo di consiglieri di opposizione in modo legittimo e secondo i principi e le regole del vivere civile e democratico.

Però, non possiamo non prendere atto che lei Sindaco le bugie le ha nel DNA!

 

Consiglieri di Forza Italia 2.0

 

 

 

 

Share