• Home »
  • News »
  • Rosarno VERSO LA CONCLUSIONE LA PRIMA FASE DEL PROGETTO DI RICERCA “CASA DEL DIRITTO”

Rosarno VERSO LA CONCLUSIONE LA PRIMA FASE DEL PROGETTO DI RICERCA “CASA DEL DIRITTO”

Nel corso del focus group sono state ribadite le finalità del progetto: favorire l’accesso ai diritti dei cittadini calabresi, fornendo loro la possibilità di esercitare – in prima persona – alcuni diritti della vita di ogni giorno, senza dover necessariamente assegnare deleghe o richiedere la mediazione di alcuno.

Si tratta di un’attività articolata in due fasi, la prima – giunta alla conclusione – finalizzata alla ricognizione di buone pratiche, ricondotte all’accesso ai diritti, messe in atto da alcuni Comuni virtuosi della Calabria.

Successivamente alla raccolta dei dati, avvenuta mediante appositi questionari, avrà inizio la fase di sperimentazione vera e propria, con la creazione della “Casa del diritto”, una sorta di laboratorio che dovrebbe offrire un orientamento gratuito circa la possibilità di soddisfare in maniera diretta e rapida l’accesso ai diritti della cittadinanza.

I Comuni intervenuti hanno ribadito la necessità di un luogo di incontro e di scambio, non solo tra le Istituzioni territoriali, ma anche con l’Università.

Numerosi gli argomenti trattati che hanno confermato la validità del progetto e le speranze verso la costituenda struttura.

Nella fase di ricerca c’è stato il coinvolgimento attivo della Facoltà di Scienze Politiche e del Preside, prof. Guerino D’Ignazio, coordinatore scientifico del progetto, insieme all’avv. Francesco Caroleo di Roma.

I dati definitivi della ricerca saranno raccolti in un report di ricerca alla cui presentazione, prevista per il 23 ottobre presso la Sala Stampa dell’Unical, prenderanno parte – oltre a esponenti delle Istituzioni territoriali della Calabria – anche il Rettore, il Presidente emerito della Camera dei Deputati, On. Luciano Violante, e il dott. Paolo Testa, direttore della Fondazione Cittalia – Anci ricerche.

Share