Talarico: faremo altri risparmi

“Allo stesso tempo – ha aggiunto – lavoreremo da qui a fine anno per individuare ulteriori risparmi sui così detti costi della politica, senza per questo sacrificare i costi della democrazia e per evitare facili populismi, o ritorni a forme di controllo centrale. Nessuno ha spiegato che la Calabria è stata la seconda regione d’Italia ad abolire il vitalizio per i consiglieri, che è ancora in vigore in altre regioni. Una cifra davvero considerevole, che indebitava a vita la Regione. Abbiamo inoltre ridotto gli assessori da 12 a 8, abolito i sottosegretari, diminuito le Commissioni consiliari da dieci a sei. Tutto ciò si è tradotto in risparmi significativi e risorse per nove milioni che il Consiglio ha restituito alla Giunta regionale. Sappiamo, comunque, che il percorso del risparmio non è ancora ultimato e le condizioni sociali particolari della Calabria, le difficoltà di tante famiglie, ci spingono a fare di più”. Talarico, inoltre, ha contestato “alcuni dati riportati sulla stampa circa la scarsa produttività del Consiglio regionale. In realtà, in 14 convocazioni, se ci riferiamo solo ai dati del 2011, abbiamo approvato 51 leggi, 25 provvedimenti amministrativi di iniziativa della Giunta regionale e dato corso a 60 question time”.

Francesco Talarico ha anche chiarito “l’entità e l’articolazione delle spese di rappresentanza, che non sono in capo esclusivo alla figura del Presidente del Consiglio, come se decidesse lui, con un tratto di penna, il loro utilizzo. Le spese di rappresentanza erano 1,7 milioni nel 2008, 1,4 nel 2009, e via scendendo, fino ai settecentomila di quest’anno, in buona parte serviti a finanziare manifestazioni e convegni istituzionali, progetti, come ‘ragazzi in Aula’. D’accordo con i colleghi dell’Ufficio di Presidenza, contiamo per il prossimo anno di tagliare ulteriormente tali spese, scegliendo anche i progetti da realizzare che siano di forte impatto sociale ed istituzionale”.

Talarico,inoltre, ha parlato “di quello che è stato definito come il book fotografico del Presidente, una iniziativa votata all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza, finanziata anche con i tagli della partecipazione al Columbus day, distribuito gratuitamente in abbinamento al quotidiano più letto in Calabria voluto per spiegare ai nostri concittadini quanto di positivo viene prodotto dall’istituzione. Di converso, e nessuno ne ha dato notizia – ha sottolineato Talarico – la nostra Regione è stata tra le prime ad applicare automaticamente a cascata, con un risparmio di mille euro a consigliere, la decurtazione sulle indennità decisa dalla Camera dei Deputati per i parlamentari, ma non ci fermeremo procedendo decisi sulla razionalizzazione e la trasparenza dell’utilizzo delle risorse”.

Share