Taurianova LA COLPA E’ DI MORFEO…..

Cosa sarà accaduto in questi ultimi 3 mesi? Lo abbiamo chiesto più volte al Sindaco durante la seduta di Consiglio comunale, ritenendo che una spiegazione precisa e formale egli avrebbe dovuto fornirla; ogni richiesta è stata vana.  Ha preferito “non aprire bocca” sia perché sprovvisto di idonea risposta già scritta dai suoi “eccellenti” collaboratori, sia perché certo di essere smentito dai consiglieri di minoranza.Poi, probabilmente ammonito dai suoi sostenitori, evidentemente urtati dell’atteggiamento inerte del loro Sindaco, si è presentato nella sede di Approdonews,  al fine di “leggere” le false motivazioni per le quali ha inteso intraprendere la procedura di pre-dissesto. Per questo chiederemo alla Redazione dello stesso giornale on line il diritto di replica per dimostrare che il Sindaco Romeo sembra, ormai, un barzellettiere e pure di pessimo gusto.Forse, un Sindaco degno della funzione istituzionale che ricopre, avrebbe avuto la capacità di rispondere, immediatamente e nella medesima sede istituzionale, alle reiterate ed incessanti richieste dei consiglieri comunali, formulate durante la seduta di Consiglio.Noi, però, riconoscendo bene la capacità e la prontezza del Romeo ed il suo proverbiale letargo, non potevamo che aspettarci il suo silenzio tombale.La rabbia più grande, tuttavia, discende dal vedere il Sindaco di Taurianova che, sceso dalle braccia di Morfeo, dopo averci illuso parlando in termini di stabilità del bilancio, dopo aver effettuato spese, anche gravose per le casse comunali, oggi  dichiara, con allarmante noncuranza, la condizione di pre-dissesto del nostro Ente.A questo punto ci sorge un dubbio: o il bilancio, sulla cui approvazione ci siamo opposti categoricamente, è il frutto di sotterfugi, espedienti e tranelli per mezzo dei quali risultava, tre mesi fa, equilibrato, oppure, oggi, il Sindaco vuole propinarci un provvedimento non necessario, finalizzato solo a incassare il contributo previsto dal decreto salva comuni, quantificabile in €. 300,00 per ogni cittadino.Contributo che, se concesso, dovrà essere, comunque, interamente restituito.In ogni caso, l’avvio della procedura di riequilibrio del bilancio, comporterà gravose conseguenze sulle tasche dei cittadini:- aumento, anche in misura superiore al limite massimo consentito, delle aliquote di tutti i tributi comunali,- riduzione dei servizi pubblici essenziali (già di pessima qualità);- esclusione di ogni intervento di welfare teso ad aiutare i meno abbienti e le famiglie in difficoltà economica (blocco di ogni tipo di contributo);- costo dei servizi a domanda individuale (come mensa scolastica, trasporto scolastico, utilizzo di impianti sportivi ecc.) interamente in capo a cittadini che ne fanno richiesta; ciò significa che, rispetto ad oggi, le tariffe saranno triplicate;- blocco della realizzazione di opere pubbliche.Inoltre, il decreto prevede anche la riduzione delle spese per il personale e del salario accessorio dei dipendenti comunali. A tal proposito, ci auguriamo che il Sindaco non sia costretto a revocare la delibera, adottata solo qualche mese fa, di aumento dell’orario di lavoro dei dipendenti part-time e, contestualmente,  sentiamo di dover esprimere la nostra solidarietà ai lavoratori LSU e LPU, ai quali era stata promessa la loro stabilizzazione così come siamo vicini ai quattro anonimi dipendenti di categoria D, ai quali era stata promessa l’assunzione nel 2013 (vedi programma Triennale delle assunzioni).Tutte queste sciagurate conseguenze, il Sindaco Romeo non ha ritenuto di esplicitarle in Consiglio Comunale limitandosi a canticchiare la solita estenuante cantilena, riferendo, non in sede di Consiglio Comunale ma con un intervista postuma, rilasciata alla Redazione  Approdonews, che la colpa del dissesto sia imputabile all’Amministrazione a guida Biasi.Il Sindaco dimentica che l’Amministrazione Biasi ha cessato di governare la nostra città ormai da più di sei anni e che lui e solo lui, con la prima sindacatura e con quell’attuale, (sperando che sia l’ultima) ha travolto e lanciato in un baratro la nostra Città, fiorente prima del suo avvento, tanto da fare invidia alle cittadine limitrofe.Dimentica che la città di Taurianova, in questi sei anni, è stata governata anche, dapprima dal Commissario prefettizio, Dott.ssa Luisa Latella, e, successivamente, dalla triade Commissariale, nominata a causa del Decreto di Scioglimento del Consiglio Comunale a guida Romeo.Dimentica, inoltre, le dichiarazioni rilasciate dalla Commissione Straordinaria nel giugno del 2011 quando, prima di cedere il testimone all’attuale Sindaco, ha garantito, con assoluta soddisfazione, l’avvenuto risanamento del bilancio (cancellando magistralmente i disastri scaturiti dalla prima amministrazione Romeo).La verità è una ed una sola: il Sindaco ha perso di vista gli equilibri finanziari agendo con spese allegre, magari non programmate, caso mai ci fosse stata un minimo di programmazione, e anche poco lungimiranti.Il presunto squilibrio, a questo punto, non può che essere stato provocato dal manifesto stato confusionale dimostrato dal Sindaco in fatto di equilibrio finanziario e non,  oltre che da quella CRONICA E PATOLOGIA INCAPACITA’ DI AMMINISTRARE causata, anche, dal lungo e quasi costante, abbraccio di MORFEO.

Share