Cinquefrondi, Grave incidente sulla Jonio-Tirreno, 6 morti. Identificate le vittime. VIDEO

 

Riceviamo e pubblichiamo:

LA RICOSTRUZIONE DELLA POLIZIA STRADALE – Si comunica che in data odierna alle ore 14.15 circa, sulla strada a scorrimento veloce S.S. 282, alla progressiva chilometrica 15+700 (denominata anche “Jonio-Tirreno”) del Comune di Cinquefrondi, si è verificato un incidente stradale mortale plurimo, che ha visto coinvolte un’autovettura Toyota Yaris, con a bordo due occupanti (Barbaro Francesco – classe 1985 e Barbaro Pasquale – classe 1961) ed una autovettura Mini Cooper, con a bordo quattro occupanti (Luciano Gabriele – classe 1991, Luciano Napoleone – classe 1983, e due cadaveri non ancora identificati), dal quale evento tutti i coinvolti sono deceduti.

Allo stato attuale è stato possibile ipotizzare che la tragicità del sinistro di che trattasi sia stata determinata da uno scontro frontale tra due veicoli in marcia e dall’eccessiva velocità tenuta dagli stessi; infatti, il violento urto ha provocato, oltre che la deformazione dell’abitacolo Toyota Yaris, incastrando gli occupanti al suo interno, anche la parziale esportazione della gabbia-abitacolo dell’autovettura Mini Cooper, la cui forza cinetica ha provocato l’espulsione all’esterno di due dei quattro occupanti, di cui uno rimaneva sul ciglio della strada ed un altro finiva nel sottostante viadotto profondo circa mt.40.

La strada, a causa dei numerosi detriti veicolari sparsi sul manto stradale, nonché per agevolare il recupero dei cadaveri, è rimasta completamente interdetta al traffico veicolare, con deviazione della circolazione stradale sullo svincolo di Mammola per i veicoli provenienti da Siderno e diretti verso Rosarno e sullo svincolo di Polistena per i veicoli provenienti dall’A3.

Le salme, su disposizione del prefato Magistrato, sono state poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e trasportate presso l’obitorio dell’Ospedale di Polistena.

Sul luogo del sinistro, per le rispettive competenze, oltre alle numerose pattuglie della Polizia Stradale, che ne hanno curato i rilievi, sono inoltre intervenute anche squadre dei Vigili del Fuoco ed Anas, tutti coordinate dal Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Palmi Dott. Rocco Cosentino e diretti dal Dirigente Provinciale della Polizia Stradale di Reggio Calabria Dott.ssa Giuseppina Pirrello.

Sul posto i rilievi sono stati eseguiti dal personale della Polizia Stradale di Brancaleone al Comando dell’Ispettore Capo Francesco Seminara, coadiuvato dal Sov.te Pasquale Botta.

morti-incidente cinquefrondi

Autovettura Toyota Yaris

1. Barbaro Francesco, nato a Locri (RC), classe1985; 2. Barbaro Pasquale, nato a Platì (RC), classe 1961;

Autovettura Mini Cooper

3. Luciano Gabriele, nato a Locri (RC), classe 1991; 4. Luciano Napoleone, nato a Locri (RC), classe 1983; 5. Figliomeni Giuseppe nato a Siderno (RC) classe 1989; 6. Mori Luigi nato a Siderno (RC) classe 1988.