Rosarno, prima tappa del progetto Informare per Resistere. Rete per la Legalità

Imprenditoria e mafia La parola ai Testimoni di giustizia
Gaetano Saffioti, Tiberio Bentivoglio, Nino De Masi e il giornalista Michele Albanese

“Informare per resistere” e‘ il titolo del Progetto Antiracket che il Coordinamento Antimafia ha realizzato nell’ambito della Rete per la legalita’ con la Camera di Commercio di Reggio Calabria.
Il percorso interessera’ oltre che Reggio citta’ ,la sua provincia con Rosarno per l’area tirrenica e Roccella per la Ionica.
Le scuole partecipanti sono :“L’Istituto Piria di Rosarno, il Liceo Mazzone di Roccella Ionica e il Boccioni di Reggio Calabria.
Gli studenti in ontreranno le vittime del racket,ascolteranno le loro testimonianze e visiteranno le loro aziende.Il progetto di cui e’ responsabile Adriana Musella ,e’ coordinato dalla prof.ssa Maria Rosaria Russo.

Lunedi’ 19 p.v un apposito seminario dal titolo”Imprenditoria e ‘Racket”,si svolgera’ presso l’Istituto Piria di Rosarno con l’ intervento del Presidente cella Camera diCommercio Dattola, il Procuratore aggiunto Paci e gli imprenditori Gaetano Saffioti, Tiberio Bentivoglio, Antonino De Masi e il giornalista Michele Albanese.
Martedi’ 20 p.v al Boccioni di Reggio Calabria ,la testimonianza di Tiberio Bentivoglio in un incontro dal titolo “Il coraggio di resistere”
Sabato 24 pv a Roccella il Seminario dal titolo “Dalla Parte dello Stato ,vedrà’ relatori Il prefetto Santi Giuffre’ altoCommissario Antiracket e i magistrati Giuseppe Lombardo e Luigi D’Alessio Procuratore capo di Locri.
Nei tre giorni interverranno i giornalisti Michele Albanese,Consolato Minniti,Arcangelo Badolati.