Carrello Solidale a supporto delle famiglie

La pandemia continua a preoccupare i Cittadini, conseguenzialmente molti sono gli ambiti, in una società,
in cui le Istituzioni devono intervenire con urgenza. Svolta la Carta è uno dei pochi gruppi politici che, con
spirito di servizio, sta collaborando con gli organi preposti, cercando di fronteggiare le criticità.
Molte sono state le proposte avanzate negli ultimi mesi, proposte rivolte all’attenzione
dell’Amministrazione Comunale e che sono state da input, trasformate successivamente in azioni concrete,
nonostante l’organo di governo, non abbia mai riconosciuto il comportamento responsabile, sia dei
Consiglieri Comunali che di tutto il direttivo di Svolta la Carta. Tutti ricordiamo il manifesto di quelli che
sarebbero diventati poi i nuovi amministratori, ovvero, “Unire la Comunità e abbattere le barriere”, ad oggi
questa ambizione si allontana sempre di più dal raggiungere l’obiettivo. A tal proposito, opportuno è
riservarsi per ulteriori e dettagliate valutazioni politiche, sicuri che il tempo darà le giuste risposte.
Sul piano sociale, sono molte le famiglie che soffrono questa situazione di incertezza e precarietà. Qualche
settimana addietro, fra le tante proposte avanzate, vi era anche l’attivazione del carrello solidale.
Il Capogruppo in Consiglio Comunale Salvatore Chimento: “In questo momento, è importante stare attenti
alle esigenze di quelle famiglie che, per diversi fattori, potrebbero vivere in condizioni di bisogno. L’iniziativa
del carrello solidale, è stata completamente ignorata da parte dell’Amministrazione Comunale, ci saremmo
aspettati quantomeno un confronto di merito. Il Comune ha il dovere di mettere il campo quelle azioni che,
da un lato mantengono alto il senso civico e solidale della comunità e dall’altro contribuiscano a eliminare
eventuali situazioni particolarmente delicate”.
Il Consigliere Comunale Vincenzo Girimonte: “Non bisogna trascurare un dato importante, molti nuclei
familiari, anche a causa della pandemia, stanno vivendo momenti delicati sia dal punto di vista economico
che sociale. Come fatto in passato, abbiamo proposto la riattivazione del carrello solidale, un mezzo
mediante il quale, presso i supermercati di Cotronei ogni cittadino potrebbe donare generi alimentari da
mettere a disposizione di quelle famiglie che riversano in particolari situazioni. Sono sicuro che, le
associazioni e la Parrocchia di Cotronei, saranno a disposizione nell’organizzazione e nel coordinamento
dell’iniziativa. L’unico elemento determinante è la volontà dell’Amministrazione Comunale, la quale,
sembra seriamente disinteressata. Inoltre sono trascorsi i primi cento giorni di governo, nulla di nuovo
all’orizzonte, quel poco di fatto è in continuità con la precedente esperienza amministrativa. In poche
parole, non è farina del proprio sacco”.
Il componente del Direttivo dell’Associazione, Alba Tedesco: “Sul questa iniziativa, dal grande valore sociale
e umano, l’Associazione ha puntato l’attenzione. Organizzando questo progetto solidale, un semplice
carrello fuori ogni supermercato, si potrebbe arrivare a quei nuclei famigliari che hanno difficoltà e che a
volte non hanno il coraggio di chiedere aiuto. Infine, condividiamo l’invito avanzato anche da diversi gruppi
politici rivolto al Sindaco, ovvero quello di utilizzare il profilo istituzionale dell’ente per le comunicazioni
ufficiali e non il profilo personale. Nonostante i ripetuti inviti, lo stesso Sindaco continua ad usare il proprio
profilo facebook per comunicare con i Cittadini. Questo atteggiamento poco istituzionale, denota un
comportamento autoritario da parte di chi, in campagna elettore predicava tutt’altra cosa”.
L’Associazione rimane a disposizione per eventuali confronti e collaborazione. Nelle prossime settimane,
seguiranno, situazione covid permettendo, una serie di iniziative pubbliche sia in presenza che sul web.