• Home »
  • News Calabria »
  • Confcommercio e MArRC: con “Reggio Città Museo” cambio di passo verso una collaborazione più stretta

Confcommercio e MArRC: con “Reggio Città Museo” cambio di passo verso una collaborazione più stretta

Giornata importante ieri al Museo Archeologico di Reggio Calabria: grazie alla disponibilità del direttore del MArRC Fabrizio Sudano e della sua squadra, una delegazione di trenta commercianti del Corso Garibaldi del mondo Confcommercio ha avviato un percorso di condivisione con l’Istituzione cittadina di maggiore rilievo sotto il profilo turistico e culturale. Un percorso guidato proprio dal direttore Sudano, a testimoniare la volontà di creare un vero coinvolgimento con il mondo imprenditoriale, nella direzione da sempre auspicata da Confcommercio. Un percorso che ha visto anche il presidente della Camera di Commercio Ninni Tramontana al fianco della nutrita delegazione di Commercianti assieme al presidente Confcommercio Lorenzo Labate, al direttore Fabio Giubilo ed al presidente del Gruppo Giovani Paolo Destefano.

 

Entusiasta Lorenzo Labate “da commerciante, oltrechè da presidente Confcommercio, stamane ho avvertito e condiviso con tanti colleghi una piacevole sensazione. Di una mattinata che non voleva essere e non è stata una ‘visita al Museo’, ma un vero e proprio ponte gettato tra il mondo dell’imprenditoria locale e l’istituzione museale più prestigiosa della regione. L’iniziativa, radicata nella convenzione esistente tra Confcommercio e il MArRC, è stata ispirata dal progetto Confcommercio “Reggio Città Museo” e mira a intensificare le sinergie tra il settore commerciale e quello culturale, promuovendo una più profonda identificazione dei commercianti con il patrimonio storico e artistico del territorio.

 

Il ruolo dei commercianti in questa equazione – continua Labate – è cruciale. La loro, la nostra partecipazione attiva e il senso di appartenenza ai progetti che intendiamo sviluppare con il Museo sono la chiave per trasformare le intenzioni in realtà tangibili. L’entusiasmo manifestato dai commercianti durante l’incontro di stamattina e la grande disponibilità del direttore Sudano sono testimoni dell’emergere di una nuova consapevolezza: l’identificazione con il patrimonio culturale non solo arricchisce individualmente ma contribuisce al successo collettivo dell’intera comunità.”.

 

Attraverso strumenti come il portale di promozione territoriale VisitReggioCalabria, l’App per facilitare gli spostamenti dei turisti e gli acquisti in città, il percorso di lingua inglese dedicato ai commercianti, progetti come “Destinazione Gerace” sviluppato assieme a Camera di Commercio e “Reggio Città Museo” condiviso proprio con il MArRC, Confcommercio dimostra il proprio impegno a rendere Reggio Calabria una meta turistica e culturale di primo piano. “Ma – conclude Labate – al di là degli strumenti, dei progetti e degli applicativi, tutto passa dalla condivisione dei commercianti e dalla capacità di ascolto delle Istituzioni. Giornate come questa con Confcommercio, Museo e Camera di Commercio in piena sintonia, in cui ci sono sia partecipazione sia ascolto, sono la base per ogni futuro ragionamento e sono segno di un cambio di passo verso una collaborazione più stretta e fruttuosa”.