Disabilita’, il garante Mattia: Dagli atleti special olympcs valori e voglia di vivere

Passione, entusiasmo, tenacia, simpatia e voglia di stare insieme. È ciò che davanti all’inquietudine generata dal Covid-19 e alla tristezza del conseguente lockdown ha tirato fuori il “Team Calabria” di “Special Olympics”, atleti appartenenti all’omonimo movimento internazionale per lo sport per persone con disabilità intellettiva presente in 180 nazioni ed in Italia da 33 anni. Infatti, nei mesi scorsi gli sportivi hanno partecipato agli “Smart Games 2020”, svolgendo una serie di attività sportive da casa, che sono state racchiuse in appositi video realizzati dai coach nazionali, i quali hanno riprodotto i gesti atletici che avrebbero compiuto nelle Gare dei Giochi Nazionali di Varese se non ci fosse stato il maledetto virus, culminate con una medaglia messa al collo a tutti i partecipanti dalle autorità presenti alla cerimonia di premiazione regionale tenuta presso il Teatro Comunale di Catanzaro lo scorso settembre.
In attesa di poter ricevere in sicurezza gli atleti calabresi di “Special Olympics – Team Calabria” per un giusto riconoscimento, il Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza Emanuele Mattia, da sempre vicino al movimento sportivo e in generale alle tematica del miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità e della loro inclusione sociale, presso la sede metropolitana di Palazzo Alvaro, dopo che all’evento di Catanzaro aveva partecipato con un videomessaggio di affetto e stima, ha incontrato il Direttore regionale di “Special Olympics – Team Calabria”, la Professoressa Luisa Elitro.
«Ringrazio gli atleti, gli allenatori, le famiglie, la professoressa Elitro e tutto il movimento per la vostra viva passione e il vostro tenace impegno messi in campo ogni giorno. In quei terribili momenti bui, gli atleti hanno alimentato un bagliore di speranza prendendo in mano simbolicamente la fiamma olimpica, video con video, casa per casa, facendoci assaporare un nuovo modo di vedere l’inclusione contro l’isolamento e, soprattutto, la voglia di vivere. In generale, “Special Olympics” e i suoi “Smart Games 2020” ci hanno permesso di abbattere ogni barriera e di trasformare gli atleti in veri cittadini del mondo, esaltando valori morali universali» ha affermato Mattia.

«Ringraziamo il Garante per il suo attaccamento al nostro movimento mostrato sin da prima del suo incarico istituzionale e per aver riconosciuto il nostro impegno nell’utilizzare lo Sport come mezzo per cambiare la vita alle persone. Tutti i nostri atleti sono vincitori perché dimostrano, attraverso le loro capacità, di poter raggiungere risultati inimmaginabili. La disabilità, della quale bisogna mettere in risalto i punti di forza e non le debolezze, deve essere vista come una ricchezza. I nostri atleti hanno la capacità di entrarti nel cuore, di prenderti l’anima, cambiarti la vita e farti sentire migliore” sono state le parole della Elitro.

Nel corso dell’incontro, il Garante, a ringraziamento della sua vicinanza e personale affettuosa attenzione mostrata nei confronti degli atleti e di tutto il movimento è stato omaggiato di un ricordo dell’evento (una targa e delle preziose e bellissime mascherine abbellite dal logo dell’associazione), e lo stesso Mattia ha premiato “Special Olympics – Team Calabria” con una coppa.