• Home »
  • News Calabria »
  • Le abissine fanno ingrassare?…no sono solo fasciste …e Omero? È Razzista. E Grease? sessista. Di Al. Tallarita

Le abissine fanno ingrassare?…no sono solo fasciste …e Omero? È Razzista. E Grease? sessista. Di Al. Tallarita

E allora ditelo.. volete che io continui a scrivere, perché i motivi costanti di polemica che vengono aperti.. mi danno gli input affinché io possa farlo. E sono veramente troppi in questo periodo. Io mi rendo conto che sto assistendo attonita, a un mondo che sta completamente impazzendo. E mi ritrovo a vedere: Omero criticato di razzismo, Grease criticato di sessismo e misoginia..e di non poter mettere a tavola la pasta rigata della Molisana chiamata ‘abissine’ perché vengo tacciata di fascismo! 

E allora è bene che io ‘la cucini velocemente prima che scappi dal piatto’ (cito) e non contenti ..Mi sento anche citar i ‘tripolini’ marchio Coop.. ma ci rendiamo conto che molta della tradizione culinaria italiana è legata a delle situazioni storiche e dei momenti precisi della nostra società, che hanno fatto parte dell’evoluzione culturale di questa? Dove volete arrivare ..a cancellare la cultura in nome di un progressismo che si inalbera per qualsiasi cosa? Che diventa schizzinoso davanti anche a solo alla parola o la lettera o la vocale.. (giro la ruota!) come se queste possano realmente cambiare la società? sono i discorsi fatti di molte parole e pienamente contestualizzate che cambiano le società, non le parole o le vocali in sé… Bisogna vedere la parola dove e come si è inserita, all’interno di un discorso, di un contesto storico e sociale. Il logos può significare tanto parola quanto discorso. E allora nel momento in cui mi si critica la pasta .. tacciata di fascismo.. Io penso che si dimentichi innanzitutto che di fascismo si può parlare come momento storico aperto e chiuso nel 1943 (29 ottobre 1922 dalla presa del potere fino alla fine regime il 25 luglio 1943). E che poi non se ne possa più parlare, dal momento in cui il suo leader maximum viene brutalmente ucciso, anziché processato (alla violenza non risponde con la violenza, ma con la legge e i processi e le condanne eventualmente, o semplicemente c’è scambio delle parti, in un brutale ring animale) e decade quel momento politico. 
Che però fa parte della nostra storia, volente o nolente, per chi conti con la storia li voglia fare e per chi invece ha paura di affrontare la propria storia, culturale, sociale e geografico politica. Ora.. molti nomi delle nostre paste derivano dal fatto che non esisteva per esempio l’orologio, quando noi parliamo di pasta ‘paternoster’ o ‘avemaria’ era perché il tempo di cottura veniva identificato con il tempo della recitazione per esempio di tre Ave Maria o due Padre Nostri e così via.. potrei narrarne centinaia di questi aneddoti culturali, che ci trasportano nella nostra storia. 
In quella evoluzione italiana, storico culturale e antropologica che ci ha fatto arrivare ad oggi. O vogliamo cancellare veramente la storia? Cancellare le nostre origini. Far finta che noi in Africa non ci siamo mai stati. Che non ci siano state le guerre coloniali. Che non ci sia stato il fascismo. Che non ci sia stato il Duce e che non ci sia stata la ‘storia’.. E che poi non ci sia stata la sinistra, che non ci siano stati gulag o che non ci siano stati i campi di concentramento? ..o che oggi non ci sia il Covid19 e la dittatura in Cina o Corea?Vogliamo nasconderla questa nostra storia e farne ricordare solo una parte.. quella che fa comodo a una parte politica precisa..e a un disegno globalista della società del controllo e del distanziamento? (Divide et impera).
… no perché questa si chiama dittatura a casa mia!..e per chi la storia cerca di conoscerla e comprenderla…Poi per altri, che probabilmente hanno il cervello colorato di un rosso che sta sbiadendo e lancia queste veline improponibili, di polemiche che veramente degradano l’essere umano ..e che vengono anche dai nuovi mondi. E mi riferisco all’America quando dalla scuola si crestina Omero e l’odissea
uno dei due più grandi poemi epici greci…tacciato di 
A causa di un osceno movimento: il
DisruptTexts, che vuole distruggere i grandi classici, che su genere e razza..non si coordinano col pensiero corretto politicamente.
Criticando Omero come creatore di valori occidentali da ‘maschio bianco’….
O mi vuol distruggere addirittura Cristoforo Colombo..(ma allora perché avete messo gli indiani nelle riserve? …….)
Ma volete far un esame di coscienza?
… vi rendete conto che state costruendo una società di analfabeti, dementi, inculturati..
Legati alla società del vedere senza vivere, del twittare senza sapere, delle fake news che costruiscono nuove realtà, del l’ ‘ho letto su internet..o su Wikipedia’ do e chiunque può metterci le mani..e scrivere cosa voglia?
Del dire e proclamare…senza bisogno di fare… Per inebetiti che debbano seguire un unico credo possibile, che parte da un’impronta globalista e arriva alla dittatura pura.. 
Ma vi rendete conto o vogliamo veramente far finta di nulla e che tutto vada bene?
Che questo gridare ‘agli scandali costanti’..
Dalla vocale… alla pasta…dal nome di citazione di un momento storico preciso.. al purgare un autore classico..o film…e varie..
Da parte di progressisti ossessionati dalla cultura, dalla verità, dalle tradizioni, in nome di un nuovo mondo pseudo realista tinto al ‘Rosa Pink baby’ porti a un vissuto migliore ?
Qui non è questione di conservatori e progressisti o di destra o di sinistra ….ma questione di voler cancellare la storia, di voler cancellare le basi della cultura, delle culture del mondo, dei suoi processi evolutivi.. perché quello che siamo oggi noi,  lo dobbiamo a quello che siamo stati ieri. 
Al percorso culturale e storico che è stato, alle parole che hanno formato i discorsi della storia. Agli errori e alle cose giuste, perché dagli errori si cresce e si impara.
E non bisogna nasconderli sotto il tappeto buono di casa….gli errori servono per maturare, per crescere, per non farne più.
Non esiste società pura o fintamente purista, perché poi dietro le loro porte, quello che fanno veramente, questi puristi.. della lingua.. della cultura.. della pasta.. Io vorrei veramente saperlo e non per vojerismo sfacciato ..ma per far vedere quanto siano tutti degli ipocriti.