Ndrangheta: Klaus Davi, incendiata ad Archi auto figlio boss Monorchio

«Tre sere fa è stata incendiata nel vialone di Archi Cep l’auto di proprietà del figlio del boss Tonino Monorchio, appartenente al clan Tegano». Ne dà notizia il giornalista e massmediologo Klaus Davi che l’ha appreso direttamente da fonti di Archi. L’episodio è l’ultimo di una lunga serie di atti di violenza che sta imperversando di notte in questa zona di Reggio Calabria. Proprio Klaus Davi, l’anno scorso, aveva segnalato che era stata incendiata la macchina di Pasquale Bilardi, autista di Tegano, poi quella di Colica, un altro esponente della famiglia Tegano, e adesso è toccato ad Antonino Monorchio. «È evidente – afferma il massmediologo – che c’è in atto una strisciante guerra come conseguenza dell’attentato a Franco Benestare. Ed è altresì evidente che l’attenzione rimane altissima tra i vari clan. In tutto questo s’inserisce anche l’episodio del maxi incendio di Archi, che è tutto da leggere. Sicuramente possiamo contare sulla professionalità delle forze dell’ordine che ci aiuteranno a capire se questo fatto è riconducibile all’economia della ‘Ndrangheta», ha concluso Davi.