Parte il progetto Pollino 2022

Ha preso il via oggi il progetto pilota “Pollino 2022” che, fino al 10 ottobre, accenderà i riflettori sull’area del Pollino, palcoscenico ideale per percorsi di turismo esperienziale legato alle bellezze naturalistiche e ai numerosi ambiti di attività presenti sul territorio.
I numerosi buyers e operatori del settore turismo nazionale e internazionale sono stati accolti a Morano Calabro, in uno scenario d’epoca da abitanti del luogo vestiti con i costumi tradizionali, con il brindisi di benvenuto al Castello Normanno.
Il progetto è parte integrante delle iniziative di “Calabria Straordinaria”. Promosso dall’assessorato al Turismo della Regione Calabria, guidato da Fausto Orsomarso, con il coinvolgimento attivo degli operatori turistici del territorio, è stato organizzato in collaborazione con Modena Fiere, parte del gruppo Bologna Fiere, leader internazionale nel settore del turismo attivo.
In questi quattro giorni i buyers saranno accompagnati alla scoperta del territorio e delle numerose attività offerte dagli operatori turistici presenti sul Pollino, attraverso un programma accuratamente selezionato, con l’obiettivo di esaltare le tante bellezze e peculiarità del versante calabrese del sistema montuoso, un ecosistema unico e meta privilegiata per gli amanti della natura.
Il programma prevede infatti numerose partecipazioni alle attività tipiche del Pollino, quali rafting, canyoning, trekking, e-bike, oltre che visite alle bellezze architettoniche dei comuni del circondario, per finire alle degustazioni di prodotti tipici e presidi slow food.
Il progetto “Pollino 2022” sarà illustrato, domenica prossima, 9 ottobre, alle ore 10, nel Chiostro di San Bernardino di Morano Calabro, nel corso di una conferenza stampa dal titolo “La montagna. È solo l’inizio”. All’incontro con la stampa interverranno, l’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso, il sindaco di Morano Calabro, Nicolò De Bartolo, il direttore generale di Modena Fiere, Marco Momoli, il presidente del Parco nazionale del Polino, Domenico Pappaterra, la dirigente generale del dipartimento regionale al Turismo, Maria Antonella Cauteruccio.