Reggio Calabria,convegno su metodologia di restauro dei supporti cartacei

  L’iniziativa fa parte del Progetto “Tracce di Magna Grecia: network di documenti, libri e periodici a Reggio Calabria” finanziato dal PISU Città di Reggio Calabria, che vede capofila la Fondazione “Avvenire i Calabria” con partner la Biblioteca Arcivescovile “Lanza”, l’Archivio Storico diocesano e CIF provinciale di Reggio Calabria. L’iniziativa è organizzata insieme con l’ABEI, Associazione Bibliotecari Ecclesiastici Italiani, nell’ambito di un progetto nazionale “Il libro nel Terzo Millennio: tra conservazione e innovazione”.
Il Seminario vuole evidenziare le difficoltà che hanno i libri, i periodici, le pergamene e, in genere, tutti i beni culturali di natura cartacea a conservarsi e a resistere al trascorrere del tempo e all’impatto con polveri, umidità, muffe ed a essere custoditi in ambienti non sempre nelle condizioni ottimali per tutelarli.
Introdurrà i lavori don Marco Scordo, direttore della Biblioteca Arcivescovile “Lanza” cui seguirà la dott.ssa Orsola Foti con
un breve intervento dal titolo “Il progetto Tracce di Magna Grecia: professionalità per la cultura” di cui il seminario costituisce uno dei momenti formativi. La prof.ssa Amalia Russo, dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, relazionerà su “Restauro tra conservazione e fruizione” e “Metodologie di restauro dei supporti cartacei” che aiuterà a comprendere quali metodiche possono garantire la fruizione ottimale di beni che veicolano la cultura e contribuiscono a scrivere la storia. In molti casi gli interventi di restauro consisto in semplici azioni che molti operatori culturali sono in grado di effetuare sul patrimonio a loro affidato
Dopo il break del pranzo, i partecipanti potranno direttamente sperimentare nello spazio dedicato a “Interventi conservativi dei supporti cartacei: esercitazioni”.
Concluderà “Narrare un’esperienza: parole ed immagini”, a cura della dott.ssa Clementina Nucera e del team del Progetto con la proiezione del video didattico che illustra il tirocinio sul restauro, una delle azioni della progettualità “Tracce di Magna Grecia”
La partecipazione al Seminario è riconosciuta con crediti formativi dall’Università degli Studi di Messina.