Registro Tumori: il Rotary è disponibile a collaborare

Dopo una dissertazione sullo stato dei tumori nella Piana di Gioia Tauro a cura di Francesca Liotta, Niki Cordopatri e Alfredo Campennì, in occasione dell’incontro organizzato in San Ferdinando, dai Rotary di Nicotera Medma e Polistena, nelle conclusioni il Governatore Francesco Petrolo, tra l’altro, ha evidenziato la disponibilità del Distretto a collaborare per la realizzazione ed il completamento del registro dei tumori per implementare scientificamente la raccolta di informazioni sui malati di cancro residenti nella regione Calabria. Dall’incontro è emersa l’importanza di tale strumento, in quanto consente sia di monitorare il territorio e, quindi, di conoscere l’andamento dei tumori, ma, anche e principalmente, la tipologia e, pertanto, persino la possibilità di poter eseguire prevenzione e controlli mirati, in modo tale da poter affrontare la malattia per tempo e salvare tante vite umane. Altra sollecitazione è stata quella di eseguire controlli preventivi di estrema facilità come l’esame delle feci per individuare eventuale sangue occulto, che potrebbe anticipare l’esistenza di un tumore al colon retto, in aumento nella zona, come quello alla tiroide. Dalla riunione è, anche, emerso che molti cittadini preferiscono farsi curare in ospedali del centro-nord con una spesa rilevante di oltre 290 milioni l’anno che, invece, potrebbero essere utilizzati in Calabria anche per migliorare le strutture e fornire servizi di maggior valenza. Dagli esperti è poi emersa la esistenza di molte criticità al sistema sanitario, come la mancanza, in molti ospedali, della cartella informatica e della assenza di un sistema a rete regionale, con la possibilità di individuare i territori maggiormente a rischio e, quindi, cercare di trovare sia le cause che i rimedi, se possibile. Si è dato, comunque, atto che, dopo anni di abbandono e restrizioni, con un commissariamento che ha completamente fallito, l’attuale Commissario alla sanità, Roberto Occhiuto, sta cercando di rimettere in moto il sistema, anche se il percorso è lungo ed insidioso, con grande impegno ed ostinazione. Così come, molto bene sta facendo il Commissario Di Furia nella Provincia di Reggio Calabria, con sacrifici e responsabilità. Nell’insieme, comunque, qualcosa si sta muovendo ed è stato evidenziata la necessità di una collaborazione e condivisione del percorso per cercare di coinvolgere anche le scuole al fine di sollecitare una azione di educazione alla prevenzione. Un incontro molto proficuo che potrebbe portare, nel tempo, ad una grande azione capillare sul territorio per prevenire e, nel contempo, dimostrare che anche il Calabria vi sono centri di eccellenza dove potersi curare, senza dover spostarsi altrove.

Il Segretario del RC Nicotera Medma, Giacomo Francesco Saccomanno