Tansi su amministrative di cosenza

Il Movimento Civico Tesoro Calabria, che nella Città di Cosenza alle ultime elezioni regionali ha registrato, sulla mia  candidatura, 6.536 voti di preferenze pari al 21,37% dei voti validi – ha dichiarato Carlo Tansi – ritiene di poter intervenire a pieno titolo nella scelta del candidato a Sindaco che dovrà guidare una coalizione progressista e nella definizione elettorale del programma politico-amministrativo in grado di rilanciare lo sviluppo urbano, storico, sociale ed economico della Città Capoluogo.
L’attuale amministrazione di destra, che si è caratterizzata per scelte urbanistiche di tipo verticistiche, assunte in modo arbitrario, utilizzando sistematicamente le “Ordinanze del Sindaco” e senza alcun confronto nel Consiglio Comunale;  è certamente riuscita a salvaguardare interessi di tipo localistico e marginale. Contestualmente ha abbandonando di fatto al suo degrado il magnifico Centro Storico ed ha  incrementato, oltre ogni tollerabile limite, le difficoltà di accesso e mobilità veicolare nella zona centrale della Città Nuova, in cui insistevano le principali attività commerciali ed i servizi,  pubblici e privati, d’interesse generale.
Per l’amministrazione di destra uscente un solo risultato è tangibile ed indiscutibile: aver portato il bilancio Comunale al pre-dissesto, con la conseguenza di aver dovuto aumentare, ai massimi consentiti e sulla pelle dei Cosentini, tutte le aliquote dei tributi comunali (IMU, TARI ecc.) e la conseguenza di aver costretto numerose e qualificate attività commerciali a chiudere nel Capoluogo ed a trasferirsi altrove, perché strozzate dagli esosi tributi e dalla carenza di servizi di competenza comunale.
Tesoro Calabria – ha dichiarato Tansi – intende, nella coalizione progressista, promuovere un programma politico-amministrativo in grado di ripartire dalle condizioni urbane e dalle attitudini  per cui la “Città sui due Fiumi” è stata fondata circa tremila anni fa, rimanendo, fino agli inizio del terzo millennio, luogo di riferimento per il vasto territorio della Calabria settentrionale.
Le capacità di accoglienza dei Cosentini, la facilità di mobilità interna della Citta Nuova, la diffusa rete di collegamenti extrurbani, che, nel tempo, hanno favorito lo sviluppo delle attività terziarie, sia nei servizi pubblici che riguardano la pubblica amministrazione, sia nei servizi privati con particolare interesse per il commercio, le attività professionali e l’offerta culturale, sono il “Tesoro Cosenza“ che la nuova amministrazione dovrà recuperare e valorizzare.
Tesoro Calabria, se invitato, parteciperà al tavolo della coalizione progressista per fare in modo che si possa individuare un/una candidato/a Sindaco ed una maggioranza consiliare, capace di interpretare al meglio l’esigenza di cambiamento ed il programma di rilancio urbano sopra descritto. Sarà necessario individuare gli attori della nuova fase amministrativa tra giovani donne e uomini, formati nelle nostre università, competenti nelle discipline amministrative, senza collegamenti, più o meno palesi, con coloro che, negli ultimi decenni, da posizioni di maggioranza e/o finta opposizione, hanno determinato le vicende amministrative di Cosenza, ma soprattutto con la voglia di spendersi per la propria Città.