Gioia Tauro, desta sconcerto la simultanea chiusura di tre plessi scolastici

Desta sconcerto la simultanea chiusura dei tre plessi scolastici Pentimalli, Eugenio Montale in via Dante Alighieri e Paolo VI in piazza Duomo.

Le generiche criticità rilevate dal Commissario Prefettizio, nascondono evidentemente un problema ben più grave che era già emerso quasi un anno fa a seguito del cedimento del rivestimento del soffitto registratosi presso la scuola Campanella.

Fratelli d’Italia non può esimersi dall’innalzare una voce critica verso le ultime amministrazioni ed anche rispetto alla gestione commissariale, tutte prive di una vera e propria strategia organica – sia politica che tecnica – di rilancio dell’edilizia scolastica a Gioia Tauro.

Nell’ambito della pubblica istruzione, ogni Ente che guardi al futuro della propria comunità, deve necessariamente investire tanto nell’offerta d’istruzione, quanto nella predisposizione di meccanismi che rendano le nostre scuole vivibili e salubri.

Sono anche queste situazioni a far perdere fiducia nella politica e, prima ancora, nelle Istituzioni.

Ci auguriamo che presto i nostri studenti possano tornare a frequentare i propri rispettivi istituti ma che, soprattutto, si possa in tempi brevi ripensare l’intera organizzazione del settore tecnico municipale, valorizzando le strategie di ricerca di fondi sovracomunali e dando risposte tangibili al territorio.