Oppido Mamertina, il commissario della sanità Scura visita ospedale

Visita del commissario straordinario della sanità Massimo scura.  I presidi ospedalieri di Oppido e Polistena non verranno chiusi. 

video

 

Oggi è un giorno storico per Oppido Mamertina e per i cittadini di tutti comuni del basso Tirreno reggino. Riuscire a bloccare quel lento, ma continuo, percorso di depauperamento del Presidio Ospedaliero di Oppido che andava avanti ormai inesorabile da più di venti anni, è un successo straordinario, da non considerarsi solamente dal punto di vista politico, ma inteso soprattutto come un successo del diritto all’assistenza sanitaria, come una vittoria del buon senso sui ragionamenti economico-ragionieristici».Così in una nota il Sindaco Domenico Giannetta e l’Amministrazione Comunale di Oppido Mamertina. «Ringraziamo, per la sensibilità dimostrata, il Commissario Massimo Scura, i Sindaci dell’intera area che ci hanno sostenuto in questa battaglia, e tutti i cittadini che ci sono stati accanto, per non aver mai smesso di credere in ciò che stavamo facendo. Fermando il depotenziamento della lungodegenza e del Punto di Primo Intervento del nostro Presidio Ospedaliero, previsto fino ad oggi dal nuovo piano sanitario della Calabria, abbiamo dimostrato come la salute dei cittadini e il fornire la necessaria assistenza sanitaria ad un’intera area geografica siano da considerarsi i parametri cardine per ridisegnare la sanità nella nostra regione. Dopo aver raggiunto questo grande obiettivo non ci fermeremo e non ci adageremo sugli allori, ma cercheremo di invertire la rotta e gettare le basi affinché per il Presidio Ospedaliero di Oppido Mamertina inizi un nuovo percorso di ripotenziamento, perché non va assolutamente dimenticato che questo, per ciò che concerne l’assistenza sanitaria, è il punto di riferimento per oltre 20.000 calabresi»