Gioia Tauro il Comitato Quartiere Fiume su Depuratore.

 

Per questo si è deciso di prendere dei seri provvedimenti e che per Settembre questo Comitato avanzerà delle richieste al fine di essere ricevuti dal Prefetto di Reggio Calabria, che avrà il dovere di vigilare e prendere dei seri provvedimenti in merito.

Provvedimenti che purtroppo non è riuscito a prendere l’Amministrazione Comunale Gioiese con a capo il Sindaco.

La cosa che ci lascia ancora una volta perplessi è che l’ ex Assessore Nardi, oggi membro del consiglio di amministrazione della IAM (subentrato al Sindaco Gioiese), nei giorni scorsi dichiarava ed esponeva il suo dissenso allo stabilimento che dovrà nascere a Gioia Tauro per lo stoccaggio dei rifiuti da trasportare via mare.

Informiamo lo stesso che noi Comitato lotteremo e protesteremo affinchè non venga realizzato l’ ennesimo scempio a Gioia Tauro, ma lo invitiamo, visto è considerato il suo nuovo incarico, a prendere dei seri provvedimenti sul regolare funzionamento dello stabilimento, che da tantissimi anni ormai crea solo ed esclusivamente disagi, non per ultimo oltre ai miasmi la presenza frequente di sporcizia in mare.

E’ inutile quindi cercare di creare nuove strutture (vedi lungomare), per avviare il turismo quando poi la materia principale (il mare) è spesso impraticabile. Di questo ognuno si deve assumere le proprie responsabilità, senza cercare di dare colpe ad altri enti, perché spesso di tutto questo è responsabile l’ impianto di depurazione e chi lo gestisce.

Share