Riavviata la progettazione definitiva del nuovo ospedale di Vibo Valentia

Il Dirigente generale del Dipartimento regionale “Infrastrutture” Domenico Pallaria ed il delegato del Presidente Oliverio per le politiche sanitarie, Franco Pacenza, comunicano il formale riavvio della progettazione definitiva del nuovo ospedale di Vibo Valentia. Oggi, quindici maggio, è stato emesso e notificato al Concessionario l’Ordine di Servizio n. 3 che stabilisce il termine di sessanta  giorni per la consegna del progetto definitivo alla Regione. Contestualmente, sono stati emessi e notificati al Concessionario analoghi Ordini di Servizio per l’avvio della progettazione definitiva delle opere complementari di sistemazione idrogeologica del fosso Calzone – Rio Bravo e delle opere complementari di sistemazione della viabilità di accesso alla struttura ospedaliera. La progettazione definitiva dell’opera – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – era stata sospesa per la necessità di ottemperare alle prescrizioni dell’Autorità di Bacino che, pur non ricadendo l’area ospedaliera in aree a rischio idrogeologico del PAI Calabria, in Conferenza di Servizi sul progetto preliminare aggiornato, aveva richiesto l’effettuazione dello studio idrogeologico del Torrente Calzone e l’individuazione degli eventuali interventi necessari alla sistemazione dell’area ospedaliera, in considerazione del Piano Versace emanato a seguito degli eventi alluvionali del luglio 2006. Il relativo progetto preliminare è stato redatto da tecnici del Dipartimento “Infrastrutture” e dell’Autorità di Bacino regionale. Il contratto di affidamento al Concessionario dell’intervento complementare di sistemazione idrogeologica del fosso Calzone – Rio Bravo è stato stipulato nel mese di aprile 2017. Peraltro, per assicurare l’accesso in sicurezza all’area ospedaliera, nonché l’integrazione della progettazione della viabilità esterna con quella del sistema viario dell’area di pertinenza, in considerazione delle criticità connesse alle pendenze elevate delle rampe di avvicinamento alla struttura ospedaliera ed ai parcheggi, nonché della raccolta e regimentazione delle acque di piattaforma, si è reso necessario procedere allo sviluppo di uno specifico progetto della viabilità di accesso al nuovo ospedale. Il contratto di affidamento al Concessionario dell’intervento complementare di sistemazione della viabilità d’accesso è stato stipulato nel mese di dicembre 2016. Il relativo progetto preliminare, redatto dal Concessionario, è stato approvato con Decreto del RUP del marzo di quest’anno. Inoltre, ai fini dello sviluppo del progetto definitivo, il Concessionario ha avviato la procedura di caratterizzazione ambientale dell’area del nuovo ospedale, ai sensi del Codice dell’Ambiente, tenuto conto che il progetto preliminare, posto a base di gara, aveva evidenziato alcuni superamenti dei valori di Concentrazione Soglia di Contaminazione di alcuni metalli nella matrice suolo, sulla base delle analisi effettuate da A.R.P.A.Cal, Dipartimento provinciale di Cosenza. La Conferenza di Servizi, tenutasi tra i mesi di gennaio e di luglio 2016, ha approvato, con alcune prescrizioni, il Piano di Caratterizzazione proposto dal Concessionario ed  ha preso atto degli esiti della campagna di indagini effettuata e dell’elaborazione dei dati rilevati, contenuti nel documento finale “Relazione di Valutazione della compatibilità geologica mediante confronto statistico dei dati “on-site ed off-site” ed ha approvato, all’unanimità, il documento finale, che ha escluso ipotesi di inquinamento dell’area di natura antropica. Il Comune di Vibo Valentia, con provvedimento definitivo emesso nel mese di luglio 2016 e successiva integrazione di ottobre 2016, ha dichiarato conclusa la Conferenza di Servizi ed ha dato atto del non doversi procedere ad analisi di rischio e ad eventuali interventi di bonifica. Per di più, ai fini dello sviluppo del progetto definitivo, il Concessionario ha avviato la procedura di assoggettabilità a VIA dei parcheggi del Nuovo Ospedale, nel mese di agosto 2016. Sulla base degli impatti del progetto, la Struttura Tecnica di Valutazione del Dipartimento regionale “Ambiente” ha richiesto approfondimenti progettuali, al fine di ottenere un migliore inserimento ambientale dell’opera. Con Decreto del Dipartimento “Ambiente” dello scorso  febbraio, è stata approvata l’istruttoria della Struttura Tecnica di Valutazione, che consente di escludere il progetto dei parcheggi del Nuovo Ospedale dalla ulteriore procedura di VIA, con prescrizioni sullo sviluppo del successivo livello progettuale. Gli elaborati finali del progetto preliminare aggiornato sono stati trasmessi dal Concessionario alla Regione  nello scorso mese di marzo  ed integrano, nel progetto esaminato in Conferenza di Servizi, gli elaborati prodotti ai fini del piano di caratterizzazione ambientale dell’area e della procedura di assoggettabilità a VIA dei parcheggi. Con Decreto del RUP n. 4675 dell’8 maggio scorso  sono stati approvati gli elaborati finali del progetto preliminare aggiornato del nuovo ospedale ed è stato stabilito che il Concessionario proceda alla progettazione integrata delle opere principali, con le opere complementari di sistemazione idrogeologica e della viabilità di accesso, secondo linee guida progettuali approvate con il medesimo decreto. Negli Ordini di Servizio emanati oggi sono state impartite dal RUP al Concessionario specifiche direttive di natura tecnica, per agevolare lo sviluppo ed il coordinamento dei progetti definitivi dell’opera principale e delle opere complementari. La consegna dei progetti definitivi è prevista per il prossimo quattordici luglio, ai fini dell’indizione della Conferenza di Servizi, per l’acquisizione delle autorizzazioni e dei pareri previsti dal Codice dei contratti pubblici, da parte degli Enti e delle Amministrazioni competenti. o.m.

 

Share